Il nostro network: News e Eventi | Guida Turistica Milano | Hotels e Alloggi a Milano
Sabato 04 Dicembre 2021
English

CERCA UN HOTEL A MILANO

Booking.com

The House of Sleep: La Casa del Sonno di Jonathan Coe

Milano -

Mattia a life changing experienceIn La casa del sonno, titolo originale The House of Sleep, si racconta l’avventura di un gruppo di giovani.
Da studenti, nei primi anni Ottanta, vivono tutti nella severa Ashdown: Gregory, che studia medicina e ha la mania di spiare il sonno altrui; Veronica, una lesbica volitiva, ultrapoliticizzata e appassionata di teatro; Terry, che dorme quattordici ore al giorno e da sveglio sogna di girare un film che richiederà cinquant’anni di riprese; Robert, romantico studente di lettere, che scrive poesie d’amore per Sarah e Sarah, appunto, intorno alla quale girano le vicende di tutti gli altri.

Dodici anni dopo, Ashdown è diventata una clinica dove si cura la narcolessia e nei sotterranei si svolgono oscuri esperimenti. E’ un autentico “castello dei destini incrociati”, dove si avverano sogni e si dissolvono visioni, dove c’è chi dorme troppo e chi troppo poco, chi ama sognare piuttosto che vivere e chi non vorrebbe perdere un solo minuto di vita nel sonno. E, mentre si interroga ossessivamente sul valore e il significato del sonno, l’eterogenea comunità di studenti, diventata adulta, inciampa nel malessere, nella follia e nelle comiche incongruenze della vita.

Jonathan Coe, classe 1961, è nato a Lickey, un sobborgo nella periferia sud ovest di Birmingham. Ha studiato alla King Edward’s School, Birmingham, al Trinity College, Cambridge e all’Università di Warwick, dove ha anche insegnato poesia inglese. Ha in seguito lavorato nel campo musicale, scrivendo musica jazz e cabaret, ha poi fatto il correttore di bozze, prima di diventare scrittore e giornalista freelance.

Le sue opere contengono spesso una preoccupazione per le questioni sociali, anche se generalmente espressa in modo umoristico nella forma di satira. Il contesto storico e politico in cui si svolgono i suoi romanzi non è mai un semplice scenario di sfondo ma è trattato dettagliatamente, riuscendo ad accompagnare i personaggi in un’Inghilterra quasi reale.

Di particolare rilievo è il suo affresco dell’Inghilterra degli ultimi trent’anni: questo parte da “La Banda dei Brocchi” che inquadra l’Inghilterra negli anni settanta, con il problema sindacale e del razzismo; la parte rappresentante l’Inghilterra degli anni ottanta è “La Famiglia Winshaw” che mostra sotto forma di allegoria una famiglia fortemente artigliata al potere ed economicamente violenta; il nuovo millennio inglese è descritto da “Circolo Chiuso” che riprende la vicenda de “La Banda dei Brocchi” negli anni duemila, senza però sapere (se non per alcuni sprazzi) ciò che hanno fatto i protagonisti nei dieci anni antecedenti. Quest’ultimo libro inquadra un’Inghilterra diversa ma anche simile: c’è qualcosa di consumistico, nel costo della vita, il razzismo è ancora fortemente presente ma vi è anche un senso politico ed economico diverso.

CLICCA QUI per avere maggiori informazioni su NOTTURNO, La Ragione al Sonno.

INCONTRO CON L’AUTORE
Sabato 17 gennaio alle ore 18.30 vi aspettiamo al Teatro Filodrammatici per un incontro con Jonathan Coe e Filippo Renda, regista dello spettacolo.
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.
Per tutti coloro che parteciperanno all’incontro speciale riduzione a 10 € valida per la replica di sabato 17 o domenica 18 gennaio.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Teatro Filodrammatici ed è stato inizialmente pubblicato su www.teatrofilodrammatici.eu. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Milano OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Milano OnLine pubblicità

Booking.com


VIAGGIA NELL'ARTE, NEL GUSTO E NELLA NATURA A MILANO